SHE TURBAN, AT THE DROP OF A HAT

ll progetto è rivolto a tutte le donne che intendono abbracciare l’autoimprenditorialità, il lavoro, la creatività; l’integrazione e la cooperazione sociale.

L’Associazione Sarai Onlus, in collaborazione con la Cooperativa sociale Karibu, ha ideato e realizzato un progetto che vede come protagoniste le donne africane rifugiate e richiedenti asilo, ospiti dello SPRAR di Sezze (sistema di protezione per richiedenti asili e rifugiati) in provincia di Latina. Testimonial del progetto è Emma Bonino.
Le ragazze di Karibu, sono quelle che hanno dato forma al progetto “She Turban”, disegnando e producendo esclusivi ed unici turbanti artigianali destinati a tutte le donne che attraversano la delicata fase della chemioterapia. Cavalcando l’onda del crescente successo dei turbanti, le ragazze di karibu si rivolgono anche a quel pubblico femminile che segue la moda senza rinunciare alla praticità, mettendo un pizzico di colore e allegria nel loro guardaroba invernale. (cit. Repubblica).

Mariza Tassy ha deciso di aderire al progetto devolvendo l’intero incasso della vendita all’Associazione Sarai Onlus.